Prezzi

Prezzi

Non è facile quantificare con esattezza il prezzo di un sistema d’allarme per la casa, vista la mole di dispositivi e la complessità dei progetti nel settore sicurezza. Ad ogni modo, valutando gli elementi da installare e i marchi selezionati, è possibile determinare differenti fasce di prezzo, specialmente per i singoli apparecchi. Naturalmente, per ciascuna proposta di costo devono essere aggiunti anche eventuali spese per la manodopera in fase d’installazione.

Modelli di sistemi d’antifurto: questi ultimi vanno dai 150 ai 300 euro nella prima fascia di prezzo, ovvero quella economica; per quanto riguarda gli impianti mediamente posizionati, i prezzi si attestano sui 300/500 euro; per ciò che concerne i sistemi semi professionali, i costi variano fra i 500 e i 1000 euro. Ovviamente questi prezzi non tengono conto delle eventuali variazioni dovute sia al numero degli ingressi da poter collegare, sia alla tecnologia impiegata, al di là che si tratti di filare o wireless (il costo cresce con gli impianti a doppia frequenza o maggiori).

Prezzi sensori: la spesa da sostenere per l’acquisto di questi componenti non è molto alta, tuttavia per ottenere sicurezza ed affidabilità, i sensori PIR passivi da interno devono avere un prezzo di circa 50 euro, anche se frequentemente grazie agli sconti si parte da 30 euro. Riguardo i sensori PIR attivi, il costo sale per via della presenza del ricevitore. I rilevatori da esterno, in più, devono essere dotati di specifiche protezioni per contrastare l’azione delle intemperie e dei vandali, pertanto il loro prezzo va dagli 80 ai 200 euro, aumentando ancora nel caso di impiego di rilevatori che sfruttano la doppia tecnologia.

Prezzi contatti magnetici: si tratta dei dispositivi che hanno il prezzo minore, e per un prodotto di alta qualità si possono spendere non più di 30 euro (vanno installati a protezione di porte, finestre, serrande e tapparelle).

Prezzi sirene: la spesa massima è di circa 60 euro per i modelli da interno, di 150 euro per quelli da esterno, e comprendono sia il segnale d’allarme acustico che quello visivo con lampeggiante.

Prezzi combinatori telefonici: nel caso in cui questi ultimi non sono già integrati nella centrale dell’impianto d’allarme, si possono acquistare a parte spendendo dai 130 ai 200 euro. In commercio sono disponibili due tipologie, ovvero il modello per la linea fissa (PSTN) e quello per la linea cellulare (GSM).

Telecamere di videosorveglianza: i modelli più economici hanno un prezzo di circa 100 euro, sia wireless che filari; i modelli con un più alto livello qualitativo costano circa 200 euro; le telecamere semi-professionali anche più di 1000 euro. Sul mercato esistono svariate tipologie di telecamere ad ogni prezzo, ciò che fa la differenza è la qualità delle ottiche montate, la luminosità delle lenti, la capacità di zoom e la possibilità di connessione ad internet.

Kit allarme casa: i kit d’allarme completi hanno un costo che va dai 300 ai 700 euro. Si tratta di un’ottima soluzione per gli utenti che vogliono un sistema economico e di facile uso, nel cui kit sono compresi la centrale, i sensori, la sirena e i contatti magnetici. L’installazione si può effettuare in modalità fai da te, mentre per quanto riguarda l’affidabilità, ricordiamo che un installatore esperto rende sempre una garanzia superiore.

Costi totali per allarme e antifurto: un impianto completo, che comprende quindi la centrale, i sensori esterni ed interni, la sirena ed il combinatore telefonico, ha un costo di 1000/2000 euro, prendendo in considerazione la qualità medio-alta del prodotto (su tale spesa si può usufruire di detrazioni fiscali del 50%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.