Come funziona un sensore di allarme per finestra?

Come funziona un sensore di allarme per finestra?

Rate this post

Il sensore di allarme per finestra rappresenta senza dubbio una buona soluzione per salvaguardare il nostro ambiente domestico da eventuali furti o comunque da intrusioni da parte di terze persone non autorizzate. Stiamo parlando ovviamente dell’integrazione di un pratico sistema antifurto che possa mettere a disposizione anche appositi sensori per le finestre e per le porte. Dobbiamo ricordare infatti che la maggior parte dei furti avviene proprio perché i ladri riescono a sfruttare alcuni punti deboli di un edificio e spesso questi punti deboli sono rappresentati proprio dalle finestre e dalle porte.

Come scegliere

Per questo è fondamentale installare un sensore di allarme per finestra, scegliendo tra le numerose proposte che si possono trovare in commercio. Infatti sono a disposizione degli appositi sistemi di allarme di varie dimensioni, che includono anche sensori di allarme per le finestre di differenti tipologie.

Come orientarsi nella scelta quindi? Sicuramente un aspetto essenziale assolutamente da considerare è quello relativo al tipo di apertura sulla quale vogliamo applicare i sensori. Poi naturalmente bisogna fare attenzione alla struttura che prendiamo in considerazione per l’installazione del nostro sistema di allarme.

Le tipologie di sensori per le finestre

Tra le varie tipologie di sensore di allarme per finestra possiamo citare ad esempio i sensori magnetici. Un magnete viene sistemato sul battente e il relativo contatto viene installato sullo stipite. Il sistema di allarme si attiva nel momento in cui viene rilevata un’interruzione del circuito determinato dalla presenza del campo magnetico.

Sono molti gli aspetti positivi dell’utilizzo dei sensori di allarme per le finestre. Innanzitutto si tratta di sistemi sicuri che non possono essere sottoposti a manomissioni, visto che non funzionano con l’utilizzo di fili.

Sono dei sistemi pratici, che si possono attivare quando si ha la necessità o disattivare quando non servono e poi sono senza fili e di conseguenza non richiedono la necessità di effettuare lavori di muratura o nelle strutture delle finestre stesse.

Si tratta di sensori efficaci, che riescono a garantire un ottimo livello di sicurezza, e inoltre mettono a disposizione un sistema di rilevazione delle intrusioni che può essere in grado di distinguere in modo preciso gli eventuali falsi allarmi.

L’installazione, come abbiamo visto, è semplice e questi sensori si rivelano molto utili per prevenire i furti in casa. È possibile, in alternativa, utilizzare i sensori di movimento, che rilevano la presenza di persone nei dintorni e possono funzionare al meglio anche nel caso in cui la finestra è aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.