Allarme volumetrico e perimetrale: quale scegliere

Allarme volumetrico e perimetrale: quale scegliere

Rate this post

Allarme volumetrico e perimetrale: quale scegliere? Qual è l’allarme più giusto da installare a casa? Sicuramente l’esigenza di proteggere la propria abitazione è ormai molto sentita e a disposizione hai in commercio diverse soluzioni fra le quali scegliere. Naturalmente bisogna affidarsi a dei prodotti di qualità, per assicurarsi la migliore protezione e (perché no?) avendo anche la possibilità di risparmiare, scegliendo un prodotto che offra il miglior rapporto in termini di qualità-costo. Ecco perché alcuni si pongono il problema di scegliere tra allarme perimetrale e allarme volumetrico per l’antifurto di casa. Devi essere innanzitutto consapevole di quali sono le caratteristiche di questi due tipi di allarme, per fare la scelta migliore.

Come funziona l’allarme perimetrale

Come si capisce dallo stesso termine, l’allarme perimetrale ha la funzione di proteggere il perimetro della casa. Quindi spesso si fa riferimento anche a quei sensori che sono posti sulle porte e sulle finestre. Inoltre, nei casi in cui nell’abitazione siano compresi anche un giardino o un terrazzo, è possibile valutare anche le barriere antintrusione, tutti elementi collegati alla centralina.

La protezione esterna è molto importante, perché quando per esempio sono installate inferriate e porte blindate, con il sistema di allarme perimetrale, queste protezioni possono essere rafforzate. Nel caso in cui infatti un ladro tenta di forzare un’inferriata o una porta blindata, l’allarme scatta e vengono avvisate le forze dell’ordine.

Che cos’è l’allarme di protezione volumetrico

L’allarme volumetrico viene spesso invece utilizzato per la protezione interna, ovvero per proteggere l’interno di una stanza della casa. Si capisce quindi da questo punto di vista la differenza con l’impianto perimetrale, perché nel caso dell’allarme volumetrico esso agisce nel momento in cui il ladro è già riuscito ad entrare dentro casa.

In genere la scelta migliore, per poter contare sul massimo grado di sicurezza, dovrebbe ricadere sull’installazione di entrambi gli allarmi, sia su quello volumetrico che su quello perimetrale. L’allarme volumetrico funziona attraverso dei cosiddetti sensori volumetrici, che sono solitamente ad infrarossi o a microonde. I sensori, collegati alla centralina, sono in grado di rilevare i movimenti analizzando le differenze di temperatura. Si rivelano davvero molto utili specialmente quando ci sono degli ambienti specifici da proteggere all’interno della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.